Londra e Austin sono le smart city del futuro

La piattaforma di data-collecting ProptechOS ha pubblicato una classifica delle dieci città più pronte a diventare smart cities, tra queste Londra e Austin.

Secondo il report di ProptechOS dedicato allo sviluppo delle smart cities, Londra e Austin sono al primo posto tra le “città intelligenti” più pronte ad accogliere le tecnologie emergenti e, dunque, ad affrontare un futuro da smart city.

La ricerca ha preso in considerazione 11 fattori che rientrano nelle categorie di infrastruttura tecnologica e connettività, mercato del lavoro guidato dalla tecnologia e sostenibilità.

Ma vediamole insieme nel dettaglio.

Come misurare l’intelligenza di una città

Gli 11 fattori che rientrano tra le 3 categorie chiave identificate dall’OCSE, l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, sono:

  • Infrastruttura tecnologica e connettività. Wi Fi gratuito, velocità di download della banda larga, disponibilità di aeroporti, numero di aziende IoT in totale e per 100.000 abitanti, numero di torri per il 5G.
  • Infrastrutture green. Il numero di punti di ricarica per i veicoli elettrici pubblici, il numero di edifici certificati green.
  • Mercato del lavoro guidato dalla tecnologia. Il numero di posti di lavoro connessi alla tecnologia in totale e ogni 10mila abitanti.

Le città più smart degli USA ed Europa

Il primo posto nella classifica statunitense per potenziale di città intelligenti pronte al futuro se lo aggiudica Austin in Texas. Seguono in classifica Los Angeles e Seattle.

L'immagine mostra la classifica delle città USA più smart secondo il report di ProptechOS. Al primo posto troviamo Austin, seguono rispettivamente Los Angeles e Seattle.

© ProptechOs

Per quanto riguarda l’Europa, la vincitrice è Londra. Completano il podio Amsterdam e Berlino.

L'immagine mostra la classifica delle città europee più smart secondo il report di ProptechOS. Al primo posto troviamo Londra, seguono rispettivamente Amsterdam e Berlino.

© ProptechOs

Classifica delle città USA – credits: ProptechOs

Source:shutterstock

Le città che prospereranno in futuro saranno quelle che meglio si adatteranno ai nostri nuovi e più verdi modi di vivere. Esaminando una serie di fattori, tra cui le infrastrutture tecnologiche, la sostenibilità e il mercato del lavoro guidato dalla tecnologia, siamo stati in grado di ottenere un quadro migliore degli Stati Uniti e delle città europee che apriranno la strada verso un futuro più intelligente”, ha affermato il Erik Wallin, fondatore e responsabile dell’ecosistema presso ProptechOS.

A proposito di smart city, hai già sentito parlare del progetto di Woven City firmato Toyota? Scopri di più qui!

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere prodotti commerciali. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare prodotti. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni future.